Val.Te.Mo.


Vai ai contenuti

Menu principale:


Percorsi di valorizzazione del patrimonio territoriale in Valcamonica

Attività > Progetti > In Corso

 

 

 

Bando “La Lombardia è dei Giovani”





Titolo del progetto:

Percorsi di valorizzazione del patrimonio territoriale in Valcamonica



Area di intervento:

L’area di intervento prevista dal progetto corrisponde alla linea c – sviluppare percorsi di valorizzazione del patrimonio dei territori e di appartenenza a una comunità riconoscendo il proprio ruolo sociale.

Il progetto prevede la realizzazione di una serie di azioni finalizzate alla definizione di un piano strategico di valorizzazione dell’area ad elevato valore naturalistico, ambientale e culturale compresa nel territorio dei Comuni di Corteno Golgi (BS), Edolo (BS), Monno (BS) che include: la Riserva Naturale Pian di Gembro, la Riserva Faunistica di Pregio Mola, ed il Passo del Mortirolo (Figura 4), nonché risorse culturali come il Museo di Camillo Golgi, la Chiesa di San Martino e la Segheria Veneziana (risorse presenti nel Comune di Corteno Golgi), l’Ecomuseo della Resistenza (Comune di Corteno Golgi, Comune di Edolo, Comune di Monno), Chiesa San Giovanni e la Pieve di Santa Maria Nascente (Comune di Edolo).

L’obiettivo è quello di elaborare un piano strategico integrato e co-progettato con il territorio che dia avvio ad azioni concrete finalizzate a favorire e aumentare la fruizione turistica sostenibile dell’area intercomunale a vantaggio delle attività economiche tradizionali (es. agricole e agrituristiche) e di più recente implementazione (es. fruizione turistica, sportiva, didattico-educativa) nonché per facilitare l’avvio di nuove forme di imprenditoria giovanile.

La piena valorizzazione dell’area, che possiede un grande potenziale turistico legato in particolare agli aspetti naturalisti ed allo sport con particolare riferimento al ciclismo, oggi sempre più praticato da italiani e stranieri, non può che passare dall’organizzazione di una specifica offerta turistica integrata e di relativi servizi adeguati alle diverse tipologie di fruitori dell’area, servizi finalizzati a mettere in rete le attività già esistenti e a promuovere l’insediamento di nuove. La partecipazione di giovani che già vivono in montagna e di giovani che la montagna la scelgono come luogo in cui vivere e lavorare, è la miglior garanzia del trasferimento in questo progetto di una visione innovativa di questi territori, non più da interpretare come luoghi di svantaggio e di difficoltà ma come contesti che possiedono risorse da interpretare e trasformare in valore con i giusti strumenti e approcci metodologici, guardando oltre i confini della dimensione locale, consapevoli che il contesto di riferimento è attrattivo per un target ampio, nazionale ed internazionale. Con questa iniziativa si mira a contrastare la tendenza allo spopolamento dei piccoli comuni di montagna attraverso il diretto coinvolgimento dei giovani in un processo di co-progettazione partecipato dalle amministrazioni e dalle comunità di riferimento finalizzato allo sviluppo socio-economico e basato su le specificità territoriali.



Obiettivi specifici:

Avviare un processo di attivazione del tessuto economico-sociale locale al fine di progettare in modo partecipato con la comunità iniziative integrate e servizi che organizzino e facilitino la fruizione turistica dell’area oggetto del progetto. Area ricca di risorse ambientali, naturali, paesaggistiche, agricole, artigianali e culturali che, se ben organizzate e gestite, possono attrarre forme di turismo slow (turismo ambientale, naturalistico, culturale) e nuove forme di turismo sportivo, primo fra tutti, nell’area, il ciclismo, ma anche la corsa in montagna, lo sci di fondo e lo sci alpinismo;
Facilitare il dialogo, l’alleanza, l’armonizzazione e la condivisione di intenti tra i diversi Comuni coinvolti nel progetto nonché quelli limitrofi che condividono parte dell’area di pregio per definire un piano strategico comune di fruizione organizzata e sostenibile dell’area;
Promuovere e favorire il coinvolgimento dei giovani nel processo decisionale finalizzato a definire politiche strategiche di sviluppo del territorio montano, incentivando il dialogo tra amministrazioni e comunità locali ed enti territoriali preposti alla governance del territorio;
Facilitare l’insediamento dei giovani sul territorio al fine di attivare iniziative, imprese e servizi che migliorino e caratterizzino l’offerta turistica, rendendola attrattiva per un target nazionale e internazionale.

Partenariato


Torna ai contenuti | Torna al menu